Prezzo petrolio spinto da stime Aie al rialzo

di Alessandro Bombardieri 1

Nelle principali piazze europee il petrolio ieri veniva scambiato a 83 dollari al barile.

Spinto dalla debolezza del dollaro e dalla revisione al rialzo delle stime dell’Aie (agenzia internazionale per l’energia) sulla domanda mondiale per il 2010 e 2011, il prezzo del petrolio ha ripreso a salire.

Nelle principali piazze europee il petrolio ieri veniva scambiato a 83 dollari al barile.

Come anticipato l’Aie ha visto al rialzo le stime sulla domanda globale di petrolio per 2010 e 2011, in seguito all’aumento della domanda da parte soprattutto dei paesi emergenti.

Secondo le ultime previsioni dell’Aie, si consumeranno nel 2010 86,9 milioni di barili di petrolio al giorno in media, vale a dire 2,1 milioni di barili in più rispetto all’anno scorso. Nel 2011 addirittura il totale salirà a 88,2 milioni di barili al giorno, con un incremento dell’1,4%.

Tuttavia l’agenzia non stima una ripresa omogenea nei paesi emergenti, infatti in seguito alla crescita dello 0,7% dei paesi Ocse nel 2010, per il prossimo anno ci sono previsioni di un declino strutturale dello 0,6%.

A farsi notare comunque tra i paesi emergenti è sicuramente la Cina, che ha aumentato il proprio consumo di oro nero del 9,3% nel 2010, e dovrebbe crescere ancora del 4,2% il prossimo anno.

La Cina ha comprato 23,29 milioni di tonnellate di greggio dall’estero in settembre, facendo pensare che entro la fine dell’anno, questo record verrà ritoccato ulteriormente.

Commenti (1)

  1. Attualmente il carburante e’ la voce che più grava sul bilancio di una famiglia. Rinunciare all’automobile è però spesso impossibile, dunque meglio risparmiare:
    http://comerisparmiarecarburante.blogspot.com

    ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>