Subprime, ecco come nasce la crisi dei mutui in USA

di Francesco Di Cataldo 8

Come sappiamo, negli ultimi mesi, le banche centrali hanno dovuto immettere una forte mole di liquidità nelle casse..

Come sappiamo, negli ultimi mesi, le banche centrali hanno dovuto immettere una forte mole di liquidità nelle casse per fronteggiare le grosse perdite nei cali di borsa e in questo modo è stata ufficializzata la crisi dei mutui americana che si è riflettuta in tutto il panorama mondiale.

Vediamo insieme le cause che hanno portato a questa crisi:


Merrill Lynch ha dichiarato che durante il periodo che va dal 2000 al 2005 il prezzo delle case americane è lievitato di oltre il 50% causato dalla forte domanda di acquisto, ma nel decennio dal 96 al 2006 la popolazione americana per poter acquistare la propria abitazione ha richiesto una liquidità alle banche raggiungendo i 9 mila miliardi di dollari, una cifra veramente spaventosa afferma Martin Feldstein, professore di economia dell’Università di Harvard. Così facendo era inevitabile che il valore delle case crescesse a dismisura con le conseguenze speculative facilmente immaginabili.

Ma cosa sono i subprime?


I subprime sono semplicemente mutui immobiliari concessi senza troppe garanzie, ma con tassi d’interesse molto alti e pesanti come macigni per tutte quelle famiglie americane non in grado di sostenere un tale onere. Per questo motivo, le banche hanno cominciato a “cartolizzare” ovvero a trasformare i mutui immobiliari in titoli negoziabili portando ad una speculazione azzardata poichè, a differenza delle banche, le finanziarie non conoscevano per nulla i propri clienti.

A Giugno di quest’anno la Standard & Poor, società che realizza ricerche finanziarie e analisi sui titoli di borsa di proprietè della McGraw-Hill, ha dichiarato che i prezzi degli immobili erano scesi di oltre il 15% in un solo anno, cosa mai successa negli ultimi 60 anni.

Come in tutte le speculazioni, la psicologia ha fatto il resto; tutti gli investitori, spaventandosi della discesa, hanno cominciato a vendere anche a prezzi ridicoli per paura di non riuscire a pagare e così il prezzo delle abitazioni è continuato a scendere, non solo, ma quello che ha fatto fallire diverse banche americane è il fatto che molti proprietari con mutuo hanno cominciato a smettere di pagare le rate preferendo così lasciare le case alle banche che hanno concesso il mutuo che in questo modo si sono trovate proprietarie di case di poco valore senza la restituzione dei soldi concessi.

Commenti (8)

  1. Sto cercando un libro che descriva la situazione creatasi prima durante e dopo la crisi finanziaria del settembre 2008.
    Dopo una prima ricerca ho deciso di acquistare “Finanza Shock” di Robert Shiller, ma gradirei i vostri consigli.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>