Guai in vista per Saipem e Fiat

di Redazione Commenta

Borse che iniziano in modo incoraggiante la settimana...

Borse che iniziano in modo incoraggiante la settimana, spinte dalle buone chiusure di Wall Street nel week-end e di Tokio nella notte italiana, e oggi nuove iniezioni di fiducia potrebbero arrivare dalle trimestrali di Texas Instruments e Halliburton.

Le piazze europee guadagnano anche grazie alle notizie che giungono dagli Usa, dall’accordo raggiunto da Cit con i propri obbligazionisti in modo di evitare un altro fallimento. Il Ftse Mib a Piazza Affari in avvio di seduta segnava un rialzo dello 0,9%, il Ftse All Share +1%.

Nel Vecchio Continente buoni rialzi anche per Parigi a +1,1%, Londra +0,8% e Francoforte +1,1% nonostante la pubblicazione dei dati riguardanti i prezzi alla produzione nel mese di giugno, che sono scesi di ben il 4,6% annuo, risultato peggiore da 40 anni ad oggi.

Saipem è al centro di un’inchiesta avviata dalla procura milanese dove le viene additata l’ipotesi di corruzione internazionale nella vicenda delle tangenti da oltre 180 milioni di dollari pagate dal consorzio Tskj a politici nigeriani dal 1994 al 2004 per poter vincere gli appalti sul gas in Nigeria.

Fiat mercoledì comunicherà i risultati del secondo trimestre 2009, che secondo gli analisti dovrebbero essere molto negativi, si parla da 110 milioni di euro di perdite.

Il titolo più forte in avvio di seduta a Milano è L’Espresso che guadagna l’8,09% grazie anche all’upgrade del giudizio da sell a buy da parte di Ubs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>