Crisi economica attuale, e nel futuro?

di Redazione 1

Si prevede che nei prossimi mesi ci saranno delle riprese dell'economia, smentite da successive discese..

Attualmente l’economia sta attraversando una fase molto complessa, aperta ad ogni possibile scenario futuro.

Si prevede che nei prossimi mesi ci saranno delle riprese dell’economia, smentite da successive discese. Per essere però sicuri che la ripresa sia completa, occorre effettuare delle analisi ben precise.

Alcuni segnali positivi ci sono già, anche se dovranno essere seguiti da ulteriori segnali positivi per definire l’effettiva ripresa.


Tra i primi segnali positivi, ci sono quelli della discesa del prezzo delle case, che sta avvenendo da solo e che dovrebbero permettere a Freddie & Fannie (Fannie Mae e Freddie Mac, le due più grandi agenzie immobiliari statunitensi, salvate dal fallimento da una mossa del Tesoro americano) di ottenere ulteriori mutui dalle banche.

Il secondo segnale positivo è il dollaro, la cui rivalutazione è un atto necessario per permettere anche ai mercati europei e cinesi di vivere condizioni migliori.


Il terzo segnale positivo è legato al petrolio, che si trova attualmente ai prezzi di inizio anno, anche se le azioni del settore sono più basse, e questo fa presagire un ulteriore discesa.

Il quarto segnale positivo, non da tutti considerato, è l’aumento della produttività e la stabilizzazione degli utili.

in ogni caso, si prevede che i prossimi due trimestri saranno comunque duri, fino alla prossima estate, quando si inizieranno a vedere i primi miglioramenti.

Staremo a vedere come si evolverà questa crisi economica causata come ormai sappiamo dai mutui subprime americani.

Commenti (1)

  1. chissà se troverò mai qualcuno capace di quantizzare a quante torri gemelle corrispondono i danni ad altri procurati,confessiamolo tutti, gli usa, hanno perso la capacità di dare il vero valore alle cose. senza storia e senza valori vanno di corsa verso l’implosione. sulla scia degli insegnamenti dei padri dell’europa, non è opportuno fermarsi nel contesto in cui siamo,gli eventi economici ci inducono ad andare oltre, sembrava un utopia il sogno dei padri europei,e vi sembrerà utopia, anche il mio sogno, per una vera pace mondiale, si passa solo attraverso l’ingresso della russia nella comunità europea, dando ad essi tutta l’importanza che meritano, la pari dignità comune che deve esserci nell’intero continente EUROPA. dinanzi a questo disegno scopriremo quanta ipcrisia e quanta falsità portiamo sulle spalle, senza accorgercene, un mare di lacci e di lacciuoli permettono ad altri prepotenze e imposizioni vergognose. politiche di parte, di cui tutto il popolo del pianeta si vergogna. duri a morire sono solo gli addetti alle politiche per curare sporchi interessi di pochi avidi. cosa mene faccio di una mezza europa, stitica ad imporre una sua politica estera, cosa mene faccio di una europa che ha degli incaricati senza ali e che guardono per terra mentre altri gli impartiscono il da farsi. nessuno vuole divorziare da nessun’altro, si fanno pressanti però queste cose per i troppi problemi irrisolti e per i troppi focolai accesi, e guarda caso invece di eliminare i vecchi vergonosi intoppi ci si aggiungono i fallimenti a catena delle banche di cartone, udite udite gli scandali VOI mi dite non sono ancora iniziati. Ad obama suggerirei di lavorare per un vero ONU anziche denigrarlo come ha fatto busc,pawuell cheney ramsfild. OBAMA lavori calmare il suo mostro. auguro ad obama il migliore dei suoi sogni realizzati quanto prima, tra questi metta mano definitivamente allo scandalo is-raele/pales-tina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>