Prezzo oro vicino ad un nuovo record

di Redazione Commenta

L'oro si appresta a superare quota 1912 dollari l'oncia...

Anche ieri, con il crollo dei mercati, gli investitori hanno indirizzato le loro attenzioni sui beni rifugio, in particolare sull’oro per quanto riguarda le commodities e sul franco svizzero per quanto concerne le valute.

Al termine della giornata il prezzo dell’oro era tornato oltre quota 1900 dollari l’oncia, a 1903, mentre venerdì un’oncia valeva 1876 dollari.

Inoltre ieri i mercati americani erano chiusi per la festa del Labor Day, altrimenti il prezzo del metallo prezioso avrebbe potuto superare tranquillamente il record di 1912 dollari l’oncia raggiunto il 23 agosto scorso.

Questo dato sarà però molto probabilmente superato oggi dopo la riapertura dei mercati, come conseguenza della domanda accumulata nel week-end e dei dati Usa sull’occupazione, che hanno detto che nel mese di agosto non è stato creato nessun posto di lavoro.

In seguito ai rialzi di ieri il dollaro è in aumento del 33% da inizio anno, l’argento del 39% addirittura, avendo chiuso a 43 dollari l’oncia. Urs Gmuer, asset manager della banca di investimento svizzera Dolefin, sostiene che l’oro è destinato a continuare la sua corsa inarrestabile fino alla pazzesca quota di 6200 dollari l’oncia.

[PREZZO ORO VERSO NUOVO MASSIMO STORICO]

Secondo Gmuer l’attuale rally del prezzo dell’oro è paragonabile a quello degli anni ’70 quando l’oncia del metallo giallo passò da 35 a 850 dollari. Gmuer sostiene che ci troviamo di fronte ad un ciclo paragonabile a quello della New Economy nel 1998-2000, senza però alcuna bolla speculativa ma solamente un riprezzamento del rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>